Arrivo
Partenza

La storia di un sogno,
dalle origini al Risit d'Aur.

Paolino inseguiva un sogno. Lo ha fatto per settantasette anni. Gabriele l'ha realizzato nel 1991: perché anche i sogni si tramandano di padre in figlio. Così oggi a Colli di Poianis ogni filo d'erba ha di nuovo il nome di un tempo. Da questi vigneti, mirabilmente esposti a sudest e coltivati con passione e grande consapevolezza,

nel 1981 abbiamo vinto il prestigioso "Risit d'Aur" per aver realizzato uno dei primi nuovi vigneti di Schioppettino, puntando alla valorizzazione dei vitigni autoctoni e premiando così anche la saggezza e la lungimiranza di Paolino.

La nostra Carta dei Vini

Non ci basta recuperare i vitigni autoctoni, ci piace salvaguardare e proteggere il territorio mantenendo la sua originale e storica configurazione, la vitale convivenza di declivi, sentieri e vitigni che nel tempo hanno creato micro equilibri vitali generando e custodendo la biodiversità. L'anima di questi appezzamenti è rinchiusa nei loro vini. Territorio e memoria, li custodiamo insieme, sotto vetro!

L'Agriturismo

Il vecchio casale ristrutturato ha una vista splendida sulla valle e sui pendii a vigneto.
Il silenzio ed il relax qui, regnano sovrani. Nemmeno la presenza delle poiane riesce a turbare la quiete, casomai la sottolinea, con il volo lento e maestoso di questi rapaci la cui presenza qui è tanto antica quanto amata. Sotto, dove la collina si scioglie nella pianura fluisce lento il fiume che contribuisce a rendere ancora più particolare un microclima già ideale per la vite e piacevole per l'uomo.
La cantina è a due passi, così come tutti i sentieri che si ramificano fra i vigneti e si inoltrano nei boschi circostanti, invitanti da percorrere tutto l'anno, per tentare quasi di perdersi ed accorgersi invece che la sorpresa è quella di ritrovare sé stessi.

La Sala Degustazione

La Sala Degustazione è il luogo ideale per incontrare i nostri vini: ed anche noi, se lo vorrai!
Con i suoi silenzi e la forte presenza della natura intorno, è uno spazio accogliente e raccolto, ideale per incontrare i vini rossi da meditazione, o scoprire quanto i profumi dell'aria che entra da una piccola finestra si ritrovino nelle note dei nostri bianchi. Per prenotare una degustazione basta una semplice telefonata.

Ti invitiamo a visitarci
con la testa fra le nuvole

Mille sentieri da percorrere a piedi o in bici fra i vigneti silenziosi che cesellano i pendii della DOC Friuli Colli Orientali. Prati e boschi ombrosi che profumano di erbe di campo, per rilassarsi all’ombra delle poiane.

Schioppettino: il nostro rosso,
divenuto icona di territorio

È il vitigno a bacca rossa che condensa il carattere di questo territorio: ci abbiamo creduto per primi ed è oggi considerato a ragione la nostra bandiera.

La cantina e la barricaia

A due passi dagli alloggi, la cantina: è qui che confluiscono le uve nei giorni di vendemmia ed è qui che i vini riposano poi, evolvendo fino a perfetta maturazione.

Le nostre stanze: immerse fra i vigneti,
hanno i nomi delle erbe di campo. Scoprile!

Camera Lavanda, Appartamento Pungitopo, Appartamento Ginepro, Appartamento Rosmarino. Colorate e arredate ciascuna con stile diverso, sono accomunate dalla presenza di piacevoli comfort: silenziosi e comodi, gli appartamenti sono dotati di soggiorno-cucina, per trascorrere in perfetta autonomia un weekend o un’intera vacanza di totale relax.

Camera
Lavanda

 

Entra

Appartamento
Pungitopo

 

Entra

Appartamento
Ginepro

 

Entra

Appartamento
Rosmarino

 

Entra

Abbiamo a cuore la tua privacy

Utilizziamo i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalitÓ indicate nella pagina privacy policy. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante ''Personalizza'' sempre raggiungibili anche attraverso la nostra cookies info. Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su ''Accetta e chiudi'' o rifiutarne l'uso facendo click su ''Continua senza accettare''